Guida di Londra

Trasferirsi e Vivere a Londra - la storia di Milly


Trasferirsi e Vivere a Londra - la storia di Milly

Questo racconto è scritto in esclusiva per noi da Milly, una ragazza il cui sogno di vivere a Londra è divenuto realtà, a dispetto di tutte le difficoltà che il trasferimento ha comportato. Lo pubblichiamo con cadenza settimanale per dare a Milly il tempo di scriverlo e a voi il tempo di...imitarla!! Buona lettura

Riflessioni pre-partenza

“Perche` mai Londra??” e` una domanda cosi ripetitiva nella mia vita che, quando mi vien posta, mando il cervello in standby e parte la risposta registrata (con tanto di voce tipo ET-telefono-casa) “e` un`esperienza che tutti dovrebbero fare, serve a maturare…”
Cerchiamo di essere realistici, non e` che serve a maturare, l'utilità sta nel fatto che vi fa proprio cadere dall`albero!! Tipo pera matura, avete presente?


Addio mammina, addio belle comodita` di casa, e` giunto il momento di lavarsi le mutande da soli! Non c`e` piu` la comoda lavatrice di casa, e nemmeno la nonnina che ti stira le camicie tanto bene senza pieghe: adesso stara` a te darti da fare, almeno per non bruciarle! (rinucia a pensare che tu possa anche solo definire “stirato” un capo vestiario che passera` sotto le tue grinfie al tuo primo contatto col ferro, “it`s impossibile!!” come dicono gli inglesini…)


… E la paghetta di mamma e papa`?? Sogna bello mio, e` giunta l`ora di rimboccarsi le maniche e “lavorare per il pane quotidiano!” (mica potevi pensare che i tuoi ti campassero a vita!!)

Arrivando, quindi al punto della situazione, ad occhio vi chiederete “ma perche` diavolo allora sei partita e hai deciso di vivere a Londra? Se dovevi rinunciare a tutte le comodita` della vita nella tua citta` con il PAGONONNOMAT sempre in funzione per le uscite la sera e il tornare a casa all`orario “piedi sotto il tavolo, se magna!”, cosa mai ti ha fatto fare `sta scelta???
Ebbene… la fantasia!


Diplomata alla scuola alberghiera, le possibilita` sono due: o continui a campare sulle spalle di mamma e papa`, andando a vegetare qualche anno all`università`, o muovi il “culetto” e ti avvii verso il mondo del lavoro!


Io ho scelto la seconda opzione: sta di fatto che, pero`, ero (e sono) troppo giovane per infilarmi nel pantano di un lavoro a vita (orari fissi, sempre gli stessi colleghi, ogni giorno la stessa strada…), la cosiddetta “routine del timbro del cartellino”!!
Indi per cui?… facile, via si parte!

…Perche` Londra? Perche`… l`inglese e` una lingua che si parla in mezzo mondo (piu` o meno…) e tra le tante citta` in Gran Bretagna, e` una delle piu` accese: dalle vecchine tutte in tiro scarpe-e-borsetta-abbinate e foulard-a-scacchi, ai “punkettoni” di Camden Town con la cresta di capelli viola fino al tettuccio dei bus e i tatuaggi che arrivano fino al collo, veri e propri capolavori d`arte! (se mia mamma mi sentisse… “vuoi il piercing alla bocca? Ok, te ne fai uno sopra, uno sotto e poi chiudi il tutto con una bella campanella, almeno stai zitta!”…)

Dire a mammina e paparino che volevo andare a vivere a Londra per qualche mese per lavorare all`estero mi pareva la cosa piu` complicata del mondo… macche`, tutte storie:
“mamma sai, ti devo dire una cosa importante…”
“sei incinta??”
“no, mamma e` una cosa seria non scherzare…”
“oddio, luca, la bambina ha iniziato a drogarsi!”
“mamma, suvvia, e` seria, ma non tragica!”
“lo sapevo, ti sei fatta il piercing alla lingua!”
“mamma, voglio andare a lavorare a londra!”
“…”
“mamma?”
“… luca… la situazione e` davvero tragica… la bambina ha messo giudizio!!!”
“grazie mamma…”

Il problema famiglia era risolto (insomma, dirlo alla nonnina sempre affezionata a me non era mica stato facile, ma si sopravvive a cose peggiori nella vita!!), tutto stava nel trovare il coraggio di partire da sola!


Anche se… come dire… prima della partenza… si poneva un punto fondamentale… la PRENOTAZIONE!!! (e far entrare la mia valigia di trucchi, capienza al pari delle stalle della regina, nel borsone da viaggio!!…)

Prenotare il volo per Londra

Ed eccoci al punto cruciale, la prenotazione:
“hai preso i calzini?”
“si mamma”
“e i cerotti?”
“si mamma”
“e la testa?”
“mamma se continui cosi, quella sara` la prima cosa che perdero`...”
restava solo un punto fondamentale da definire...facile dire “parto”, ma qulacuno se lo ricorda che esiste anche qualcos`altro... direbbe la nonna “tra il dire e il fare c`e` di mezzo il mare”
ebbene, era esattamente quello che intendevo!
Sicuramente il partire per una citta` sconosciuta senza mammina e paparino, aveva i suoi lati positivi: via con i “ma questo ce l`hai?no e` meglio se andiamo a comprarlo!”
“e questo? E il bagnoschiuma? E lo spazzolino?” come se fino alla sera prima ti fossi lavata i denti con la forza del pensiero...
beh non tutti i mali vengono per nuocere, allora sotto a chi tocca, la cosa era piu` che semplice: bastava fare un due piu` due e rifarsi il guradaroba nuovo: era scontato che una volta raggiunta la liberta` non avresti mai mollato!
La cosa drammatica e` stata la compagnia aerea: non pensavo certo che per pagare il biglietto ci volesse il mutuo!
Un occhio a tutti i siti internet e la cosa era fatta: un genio, un mito... no una con una fortuna grossa come una casa, evviva i biglietti last minute!
Spesa non eccessiva, biglietto in mano, non restava che prenotare un alloggio, mica semplice: dovevo scervellarmi pure per quello!
Come metti un annuncio su un forum o entri in una chat a richiedere come fare per prenotare, ecco che ti arrivano i mille annunci: prenota con me, no vieni con me, no, e` meglio questa compagnia, no e` meglio l`altra!
Mica avevo messo un annuncio per trovare marito! Volevo solo qualcuno con cui scambiare un paio di idee!!
E allora, che fare? Seguiamo i consigli di tutti! Alla fine potevo chiedere informazioni e prezzi a tutte le agenzie di londra senza dover nemmeno mandare una mail!
Potevo anche ritenermi fortunata, no?
E dunque, trovato il modo per salire a londra sono partita...
Rewind: per voi che siete curiosi... come ho fatto? Semplice, ho ceduto al miglior offerente!!
Accade spesso nel mondo reale... vabbe`, procediamo
Alla testa di tutta la famiglia, e` partita la spedizione acquisti: seriamente mi sono stati comprati 3 spazzolini e una confezione innumerevole di tubetti di dentifricio (non potevamo dividerci i compiti, ognuno doveva andare dove voleva...) e non so come ma nella valigia mi sono ritrovata pure le famose babbucce della nonna!!
Probabilmente i miei familiari non si sono mai preoccupati di un importante dettaglio... io non ho il ganzo all`aeroporto... se la valigia pesa piu` del campanile di giotto... bisogna pagare una tassa in piu`... e credetemi... non si tratta di una tassa leggera, si parla di 15 euro al chilo!!!
Non sono un mschietto, quindi nella borsa c`era pure tutto l`ambaradan di ceretta, creme per il corpo, trucchi (peso totale maggiore rispetto ai vestiti!!) orecchini, anellini, braccialetti e... scarpe!!!
La tragedia iniziava: ho passato una settimana a decidere cosa eliminare dall`elenco e... non so come, ma alla fine del ragionamento cancellavo sempre i calzini e restava imperterrita la collezzione di 57 ombretti... boh...
Scherzi a parte, ho eliminato meta` contenuto e ancora la valigia non si chiudeva, cose da pazzi, da non crederci!!
E dopo la cena finale... con tutta la famiglia riunita... sono iniziati i pianti... scherzetto!! Pianti un corno, con tutta la famiglia riunita, membri piu` “consistenti” specialmente, ci siamo dati al “salto sulla valigia!!”
Ebbene si, abbiamo chiuso la borsa in men che non si dica, giocandoci come se fosse un tappetoi elastico!!
Ero pronta: 21 settembre 2005 ore 11:30 volo Pisa-Gatwick... iniziava la mia avventura...

L'arrivo a Londra

e il terzo capitolo della mia storia inzia proprio... con l`arrivo a londra!!
valigie su valigie (non vi dico quanto mi e` costata la sovrattassa peso... se per ogni chilo in piu` vincevo un punto, a quest`ora avevo finito i cataloghi della yomo!!)
scesa dall`aereo e` stata piu` la fatica a raggiungere le valigie che quella a trasportarle!!
dopo gli immensi corridoi di gatwick (aeroporto londinese) ho raggiunto i bagagli...non chiedetemi come... e sono approdata alla stazione... TAXIIIIIIIIIIIIIII
peccato che a londra si chiamino CAB!
pace, cosa fatta, capo ha!
procediamo...
sono volata come un fulmine (diciamo arrancata con la lingua di fuori per la stanchezza...) fino alla stazione dei treni per arrivare a victoria station, dopodiche`, valigia alla mano e borsa sottobraccio (che ho odiato per tutto il viaggio) mi sono diretta all`ufficio con il quale avevo prenotato!
posso dirvi che gli inglesi sono persone tranquille, molto aperte e amichevoli... considerato poi che il primo che ho incontrato e` stato a piccadilly e che parlava pure italiano...
non scherzo, parlava davvero italiano!!
salgo le scale per uscire dalla metro (manco un cane che mi volesse dar mano a tirar su quei 36 chili di valigia... chissa` perche`...) e mi trovo di fronte questo inglesino 50 enne che mi squadra dalla testa ai piedi e mi dice "ehi bella!!"
capito? io vado a londra per incontrare l`italianizzato!!
senza parole... vabbe`, stendiamo un velo...
merendina con caffe` inglese (dov`e` finito l`espresso italiano??) e briochine di polisterolo espanso (perche` se quelle erano fresche io sono una monaca di clausura in un convento di frati cappuccini!) e via verso questo benedetto ufficio!!
metropolitana fino a liverpool street e autobus numero 8... me lo ricordero` per tutta la vita
... attimi di panico... invece eccola li: la porta bianca a vetri, una stradina nel cuore di londra...
LONDONFRIENDS, finalmente!!!
toc toc
"salve, io ho una prenotazione..."
"ciao, Milly, vero? piacere io sono Luca!"
il boss dei londonfriends in persona mi stava accogliendo nella mitica londra!!!
troppo bello per essere vero!
inoltre, erano tutti ragazzi, pure carini!! (nonostante le lunghe ore di viaggio avevo ancora il fiato per i pensieri hard...he he!!)
"ciao io sono fabio, appena abbiamo sistemato la parte burocratica ti accompagno alla tua stanza"
un miracolo! arrivo a londra e ho pure il tipo ( e che tipo!) che mi acompagna a casa, cioe`, che dire...
"ciao io sono Marco, lui e` Alessandro, ti va un caffe` mentre sbrighiamo le scartoffie?"
era perfetto, non bello, perfetto, era la situazione perfetta!!
"ehi com`e`, tutto a posto? ah un nuovo arrivo, piacere io sono walter, uno dei boss, bada a come ti comporterai, noi abbiamo cento occhi!!"
questo, era l`altro boss, walter!
"sissignore, saro` brava e tranquilla!"
"molto bene!"
carte sistemate e via verso casa! la mia nuova dimora mi stava aspettando!
mi erano state proposte due sistemazioni:
una camera in appartamento con altre tre ragazze italiane e una singola in warehouse ristrutturata a appartamenti e palestra, insomma... che dire... io sono intraprendente...
... ovviamente ho scelto la seconda!

un cubo, un vero e proprio cubo di mattoni, la sera una festa dopo l`altra e fuori pure lo spazio per il barbecue!!
da urlo, ragazzi letteralmente da urlo, era bellissima, appena messo piede li me ne ero innamorata!!
la mia avventura era finalmente iniziata all`insegna del divertimento, viva londra, VIVI LONDRA!!!!

[Leggi Commenti (2)] [Scrivi Commento]

Per essere avvertiti dell'uscita della prossima puntata lascia la tua mail:

Guida su Londra, cosa vedere, dove alloggiare, come arrivare
Home Page LondraViaggi Londra Viaggi
Mappa Interattiva con punti di interesse Mappa di Londra
Cosa vedere Cosa Vedere
metropolitana e bus Metro Londra
Voli per Londra Come Arrivare
Alberghi, hotel o b&b Alberghi e Ostelli
Webcam Londra WebCam
Diari e racconti di viaggiatori Diario di Viaggio
info Informazioni
Varie Varie
eventi e manifestazioni Eventi
miniguida Mini guida
Scrivici Scrivici
Mappa del sito Mappa del Sito

Servizi:

albergo londra Alberghi Londra
visite guidate Visite Guidate
ostelli londra Ostelli
Taxi
scuola di lingua inglese Scuola Inglese
voli per londra Voli

Affittacamere

Affittacamere Londra : rapidi annunci privati

Piazze e Parchi di Londra

Monumenti di Londra: scopri tutto quello che c'è da vedere, edifici, chiese e palazzi


Cambio euro sterlina

Cambio Euro Sterlina
Cambio Euro/Sterlina
Aggiornato il 17/04/2015
1 EUR=0,7215 GBP
1 GBP=1,3860 EUR